creazioni...

  

Sogno di dipingere e poi dipingo il mio sogno.
(Vincent Van Gogh)


scrivimi su

galuarte@yahoo.it - ufficiostampa@gabriellalupinacci.com


 


Le mie opere alla Bias 2018 - WISH World International Sicilian Heritage


Pittura e poesia




  • Athos
    Athos
    Io che ho tanto parlato
    rischiato e, battuto,
    mi sono rialzato al vento dell’oblio
    da sempre
    ho sognato il mitico richiamo
    di quel monte sacro e quieto
    a picco sul mare di luce:
    con venti come fortezze celesti
    dove il silenzio è sapienza e mistero
    il tempo una musica mistica e greve
    la morte una certa sconfitta,
    l’icona, arcana bellezza
    d’angelicate preghiere,
    presagio d’eterno immortale.

    Tommaso Romano

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :70x90

  • Un giorno una tela
    Un giorno una tela
    Riportai sulla tela
    il privilegio del sole:
    la facilità dell’ispirazione.
    Raccontai di un amore
    che prima di un sapiente addio
    ho amato nell’immanenza delle ciglia dischiuse
    così reali, eppure dipinte
    erano lontane, azzurre nella trascendenza.
    Non oso chiedere ai colori
    nella dolcezza di uno spettacolo finito
    il sovrappiù della magia
    che mi avevi regalato tu.
    Ma ogni quadro terrà stretto a sé
    Il segreto
    Che la realtà nasconde
    Ma al sogno risponde
    E che ognuno sfrutterà
    Nel proprio privilegio del sole.
    E i sorrisi buoni
    E tutte le cose che non si ripetono
    Domani, nel ricordo, torneranno
    Quando il sorriso e il pianto di un amore
    Diventeranno un capolavoro.

    Valentina Grazia Harè

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :30x30

  • Purgatorio
    Purgatorio
    "Non v’accorgete voi che noi siam vermi
    nati a formar l’angelica farfalla
    che vola a la giustizia sanza schermi ? ".

    Dante, Purgatorio X, 127 - 129

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Acrilico
    Formato :15x22
    Disponibilità : Disponibile

  • Avvoltoi
    Avvoltoi
    Tornavano gli avvoltoi su Navalia,
    per divorarne i putridi rottami
    resistiti in trent’anni di lotta.
    Lenti planavano dal cielo di catrame
    per cancellare un secolo di storia,
    per sfilacciare grandezza e memoria.
    Dovevano fuorviare riverberi d’onore,
    dire che il sud è solo tedio e mafia,
    e far scordare che quel cantiere
    un tempo era stato un ombelico,
    un faro nel mare dell’ingegno.
    Dovevano espugnare la rocca con boria,
    quando Palermo nella luce d’oro
    lieta e orgogliosa al mondo mostrava
    il suo operoso indomito arsenale.
    Allora Palermo sul mare regnava
    e pronta accoglieva le straniere genti,
    nella fragranza delle coste ambite,
    nell’eleganza dei suoi dolci monti.
    Allora Palermo barocca esibiva
    l’intelligenza delle maestranze,
    l’abilità ingegnosa dei suoi carpentieri,
    il ritmo allegro delle sue fucine…
    Planavano con l’oscuro volto
    di neo-sindacalisti d’altri mondi
    ammantati di immonda ipocrisia
    loschi figuri al soldo del potere,
    per devastare il mondo del lavoro
    nella città malata,
    piegata alla rinuncia,
    ed offuscare il sole del futuro.
    Lo sfascio era deciso nell’altrove,
    e qui nel sud tradito
    ci si doveva solo rassegnare
    al fato inesorabile e alla resa.

    Gaspare Miraglia

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :30x40

  • Bagliori nel buio
    Bagliori nel buio
    Si schiantano come comete
    su pianeti di parole
    scuotendo
    sagome di uomini feriti.
    Al loro passaggio
    Verità inesplicabili
    transumano verso terre
    di fertili conoscenze.
    Bagliori nel buio,
    la vostra luce sbianca
    gli occhi della notte
    e dà la rotta
    agli uomini liberi.

    Ignazio Balistreri

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :15x20
    Disponibilità : Disponibile

  • Dedica
    Dedica
    “Dolci, immensi, eterni,
    sono i pensieri che nutro
    ogni ora per te“.
    I versi che ti dedico son
    “BRICIOLE DEL CUORE”,
    che cadono ai tuoi piedi,
    e tu, come timido uccellino,
    che saltellando scruta,
    cerca, avanza,
    li becchi ad una ad una
    per nutrire il tuo cuore,
    che d’amore arde e aduna.

    Pietro Cataudella

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :15x20

  • Le parole per dirlo
    Le parole per dirlo
    Certe volte nel dirsi
    Le cose
    Amorose
    Sentiamo un certo
    Pudore
    E l'Amore
    E' tradotto, corrotto, ridotto
    In anonimo bene
    Ho cercato parole
    Per dirlo
    Ho riletto famosi poeti
    Ma ho trovato soltanto
    Le pene
    Di alati inquieti
    Dannati al dolore
    Negati alla quiete
    Di un complice amore.

    Silvana Sardina

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :20x30
    Disponibilità : Disponibile

  • Terra di luce
    Terra di luce
    Veniamo con la luce
    A questa terra povera e tormentata
    A portare un messaggio,
    Un messaggio di speranza e di gioia.
    La libertà verrà
    Sicuramente come è sicuro che la primavera segue l’inverno.
    Trasformata, la terra splenderà di bellezza
    E pace e amore regneranno per sempre.

    da IL Regno dei fiori.

    Informazioni sull'opera
    Tecnica :Mista
    Formato :60x80
    Disponibilità : Disponibile

  • Paradiso
    Paradiso
    Tu non se’ in terra, sì come tu credi;
    ma folgore, fuggendo il proprio sito,
    non corse come tu ch’ad esso riedi".
    S’io fui del primo dubbio disvestito
    per le sorrise parolette brevi,
    dentro ad un nuovo più fu’ inretito
    e dissi: "Già contento requïevi
    di grande ammirazion; ma ora ammiro
    com’io trascenda questi corpi levi".

    Dante Canto I, 91-99

    Informazioni sull'opera
    Nessun' altra informazione disponibile